Ciabatta Campagnola a Freddo
Di Biancolievito
La Ciabatta è un pane salato di origine veneta, caratterizzato dalla grande idratazione dell’impasto con crosta è sottile e l’alveolatura piuttosto generosa, a causa dalla notevole presenza d’acqua nell’impasto.Per preparare questa Ciabatta, ho scelto un impasto diretto, ma fatto maturare in frigorifero a +4°C per 24 ore, in modo da avere una fermentazione controllata ed aumentare la digeribilità del pane, una volta cotto. Rispetto alla stessa ricetta preparata con il metodo tradizionale, l’alveolatura del pane preparato a freddo sarà inferiore, ma il gusto ne guadagnerà notevolmente!Questa ricetta è fatta con un’elevata idratazione all’80% e per questo è necessario utilizzare una farina tecnicamente capace di sopportare un tale carico di acqua, rimanendo ben strutturata. Per questo ho scelto la farina Origine del Molino Colombo. Questa farina straordinaria è un mix di cereali antichi, selezionati per dare il massimo in impasti ad elevata idratazione: Al suo interno troviamo infatti il Germe di Grano, il Farro che apportano Vitamine, Fibre e Sali Minerali, ma il grande protagonista è il grano Khorasan (un grano antico che letteralmente significa “dove nasce il sole”), estremamente digeribile, perché puro (e quindi non ibridato con altri grani) e ricco di Vitamine e Sali Minerali. Il sapore del pane fatto con questa farina è davvero ottimo, vedrete! La Farina Origine è inoltre ottima per preparare croccanti pizze in pala alla romana. Se vuoi provarla, clicca sul link negli ingredienti e potrai acquistarla in pochi click.
immagine del pane ciabatta su biancolievito
    Porzioni Tempo di preparazione
    1,5Kg di Pane Cotto 25minuti
    Tempo di cottura Tempo Passivo
    30minuti 24ore
    Porzioni Tempo di preparazione
    1,5Kg di Pane Cotto 25minuti
    Tempo di cottura Tempo Passivo
    30minuti 24ore
    Ingredienti
    Istruzioni
    1. Versare la farina ed il lievito di birra nella ciotola della planetaria munita di gancio. Versare una prima metà di acqua e far idratare correttamente l’impasto.
    2. Continuare a versare piccole dosi di acqua, mantenendo una velocità media ed avendo cura di non aggiungere ulteriore acqua, finché la precedente non sia stata assorbita.
    3. Sciogliere il sale nell’acqua riportata nella ricetta ed aggiungerlo all’impasto.
    4. Una volta che l’impasto sarà pronto, versarlo in un contenitore leggermente unto di olio, coprire con pellicola e far fermentare in frigo per 24ore a +4°C.
    5. Il giorno successivo, riprendere l’impasto dal frigorifero, versarlo sul tavolo abbondantemente infarinato e spezzarlo nelle pezzature desiderate.
    6. Ungere leggermente le pagnotte e far lievitare l’impasto a 30°C per circa 2ore.
    7. Quando le pagnotte saranno ben lievitate, rovesciarle sulla teglia ed infornarle a 220°C per 30minuti, creando del vapore nella camera del forno con un pentolino d’acqua sul fondo. Aprire leggermente lo sportello del forno negli ultimi 10min di cottura, in modo da far asciugare il prodotto.
    8. Sfornare e far raffreddare prima di gustare.
    In Bocca al Lupo per la tua Ricetta! A presto su Biancolievito
    Condividi +1 Tweet